Indietro tutta, l’Italia riparte da zero medaglie

Gli azzurri paralimpici, (la quasi totalità), di Sochi sono persone che hanno un lavoro e che si allenano nel tempo libero. E sono questi, proprio per la loro normalità, che aiutano a diffondere lo sport di base. La persona comune che non fa attività sportiva si identifica più in loro che nel vip. Non sono professionisti ma la maggior parte di questi sono professionali. Al … Continua a leggere Indietro tutta, l’Italia riparte da zero medaglie

Paralimpiadi. Vittorie di coraggio

Al di là dei risultati, la bellezza delle Paralimpiadi sono le storie. Come quella delle sciatrici Oksana Masters e Tatyana McFadden. Entrambe nate 24 anni fa in Unione sovietica e abbandonate in un orfanotrofio, Oksana a Kiev, Tatyana a San Pietroburgo. Adottate da due famiglie americane, oggi sono atlete paralimpiche della nazionale a stelle e strisce. Oksana nasce nel 1989, tre anni dopo il disastro … Continua a leggere Paralimpiadi. Vittorie di coraggio

Sci in libertà e autonomia

Uno slalom che ha superato gli ostacoli, così è stato il percorso che nel corso di questi anni ha reso possibile la pratica dello sci alle persone con disabilità. Apripista la tecnologia con ausili meccanici ed elettronici, spazzadubbi le scuole di sci e i loro maestri, scalatrici le associazioni sportive – incalzate dagli aspiranti sciatori che hanno fatto salire le loro richieste sul moto perenne … Continua a leggere Sci in libertà e autonomia

Dodici sportivi per vincere i pregiudizi

Oggi 3 dicembre Giornata internazionale delle persone con disabilità, la Lega Italiana contro l’epilessia (LICE) e la Fondazione LICE, presentano il calendario 2014. Dodici scatti con i ragazzi seguiti da Lice in compagnia, fra gli altri, di Salvatore Antibo da sempre testimonial di LICE, Isolde Kostner, Filippo Inzaghi, Antonio Rossi. C’è anche Pietro Mennea, in una foto scattata poco prima della sua scomparsa. Quando lo … Continua a leggere Dodici sportivi per vincere i pregiudizi